ECO-PV Recycling PV Market

Il consorzio ECO-PV rientra tra i Consorzi/Sistemi di raccolta idonei per lo smaltimento dei moduli fotovoltaici a fine vita come riconosciuto dal GSE nella prima lista dei consorzi autorizzati pubblicata il 28 febbraio 2013

Obblighi normativi


Documenti da scaricare

Impianti fotovoltaici in esercizio - Interventi di manutenzione e ammodernamento tecnologico - Procedure ai sensi del D.M. 23 giugno 2016

Image description

Sia il V conto energia del 5 luglio 2012 che le regole applicative determinano degli obblighi per i produttori che vogliono vendere i propri moduli sul mercato italiano.

Il decreto 5 luglio 2012 (V conto energia) all'Art. 7 comma 5 lettera A sancisce che:

• Il produttore di moduli debba aderire a un sistema o consorzio europeo che garantisca il riciclo dei moduli fotovoltaici utilizzati al termine della vita utile dei moduli;
• Il produttore debba essere in possesso di un'attestazione rilasciata dal sistema o consorzio di riciclo;
Per i moduli importati l'adesione può essere effettuata dall'importatore;

Le regole applicative del decreto 5 luglio 2012 (V conto energia) al punto 4.6.2. affermano che:

" Il Soggetto Responsabile è tenuto a trasmettere al GSE un attestato di adesione del produttore dei moduli fotovoltaici a un sistema o consorzio che garantisca, attraverso un'adeguata struttura operativa e finanziaria, la completa gestione a fine vita dei moduli fotovoltaici immessi sul mercato nel periodo d'iscrizione al consorzio/sistema e utilizzati sugli impianti per i quali si richiede il riconoscimento delle tariffe incentivanti del Conto energia."

In particolare il Consorzio deve soddisfare una serie di requisiti, indicati al punto 4.6.2 delle Regole Applicative del GSE (vedi zona download).

Gli impianti che impiegano moduli il cui produttore non abbia ancora aderito ad un consorzio entro il 31 dicembre 2012, perderanno i requisiti per l'ottenimento degli incentivi.

Il GSE può procedere ad annullare/revocare il provvedimento condizionato di riconoscimento della tariffa incentivante con il conseguente recupero delle somme indebitamente percepite dal Soggetto Responsabile.